Cerca nel sito

Quali sono i tipi di mastoplastica additiva?

Seguici su:
2 giugno 2019

In questo articolo vi spigheremo in breve i tipi di mastoplastica additiva usati dal Dr. Matteo Gioacchini per l’intervento di aumento del seno.

Quali sono i tipi di mastoplastica additiva?

Fino a pochi anni fa le mastoplastiche additive venivano eseguite fondamentalmente in due modi: retromuscolare e sottoghiandolare (al giorno d’oggi chiamata anche prepettorale). Alcuni chirurghi, una minoranza, applicavano la protesi mammaria al di sotto della fascia del muscolo pettorale: tale tecnica veniva chiamata appunto sottofasciale.
L’alloggiamento retromuscolare anche se rende meno avvertibile la protesi al tatto produce un effetto meno naturale rispetto a quello retroghiandolare soprattutto quando si utilizzano le braccia. Ma non sempre è possibile posizionare la protesi nel piano prepettorale come per esempio nelle donne magre o in quelle che hanno allattato perché la protesi potrebbe essere davvero troppo evidente, sia a livello tattile, ma ancor di più a livello visivo.
Per questo motivo è nata la mastoplastica additiva Dual Plane un intervento sempre più utilizzato per ottenere una forma estremamente naturale con l’utilizzo sia di protesi anatomiche che con quelle rotonde.

Contattaci per richiedere un appuntamento con il Dr. Matteo Gioacchini per valutare la tua situazione?

 

Posted in Blog